domenica 22 giugno 2008

Da "Budapest"


Salmo domenicale


Puttana solitudine contemporanea,
strozzata dalle parole dei poeti e
mai vinta.
Che siamo tutti durata
solo quello
io lo so ma ti chiedo quanto
pianto vuoi dare ancora a mia madre?
Andare a spasso la notte fra
burattini tristi
bersi le stazioni vuote della metropolitana alle 5 del mattino
fottersi le casse di legno quando le mettono nei loculi o
le coprono di terra.
Piangere il capolavoro che non hai ancora scritto.
Intanto i tossici intrecciano corone di spine nei luna park,
le giostre dormono incappucciate,
un uomo accoltella un altro e
gode.
Il barbone muore, lo spacciatore timbra il cartellino e
se ne torna a casa pure lui.
Ore 04.53
In una stanza piena d’ansia penso che
farei l'amore con una margherita.
Spuntano
ragni asmatici e le sirene delle ambulanza cantano la
marcia funebre alle fabbriche abbandonate.
Mi viene in me qualcosa dove c’entri anche tu.
Mi esce il sangue dal naso,
mi tocco e allo specchio scrivo
solitudine.

3 commenti:

daventi ha detto...

la solitudine è una brutta besta
dall unghie lunghe
ti morde le carni e non ti lascia respirare
affongando nel mare di noia
che ci segue passo passo...

le poesie hanno i lupi dentro
di qualunque cosa parlino nascondono sempre un lato pessimista che sfocia nei sentimenti piu tristi quali solitudine, apatia, tristezza, e rancore o nostalgia o speranza...

bella poesia mio caro sindaco
un saluto dal principe di praga

Anonimo ha detto...

Guardo il riflesso
prendere la forma informe
di un muro.
E' la mia carne,
sono i miei occhi.
Non ho forma nè sostanza.
E' la mia follia,
sono i miei tanti io.
Ho un freddo amico ferro
che danza nel mio deserto.
Stanco danza stanco
e riguardo quel riflesso
di una forma informe.
E' la mia carne sterile,
sono i miei occhi soli e spenti.

ale oste ha detto...

Ore 04.53
In una stanza piena d’ansia penso che
farei l'amore con una margherita.


solo un grande poeta può voler fare l'amore con una margherita. bisogna stare attenti e accarezzarla lievemente, e comunque se va bene si affloscerà. io credo potrei fare l'amore solo con un cactus in questo momento, non è detto che non l'abbia fatto.
Mi viene in me qualcosa dove c’entri anche tu.
chissà cos ' è ma sanguino io.