venerdì 12 settembre 2008

Da Budapest


Gola


Fu il momento
che le sue labbra avevano
in qualche modo
a che fare con la pioggia e
il mio sangue col veleno. E
lei era un bel posto dove rimanere a
morire.
Strappato all'incanto,
non c'è bellezza che
mi salverà.

1 commento:

Lois (anche ai migliori piace qualcosa) Balducci ha detto...

A volte succede, può capitare, che tu sia il mio preferito