sabato 16 giugno 2007

Il sabato giorno sperimentale:oggi una canzone


Morna

Nel cielo di cenere affonda
il giorno dentro l'onda
sull'orlo della sera
temo sparirmi anch'io nell'ombra
la notte che viene è un'orchestra
di lucciole e ginestra
tra echi di brindisi e fuochi
vedovo di te
sempre solo sempre a parte abbandonato
quanto più mi allontano lei ritorna
nella pena di una morna

e sull'amore che sento soffia caldo un lamento
e viene dal buio e dal mar
e quant'è grande la notte e il pensiero tuo dentro
nascosto nel buio e nel mar
grido non più
immaginare ancor
tanto qui c'è soltanto vento
e parole di allora

il vento della sera sarà
che bagna e poi s'asciuga
e labbra che ricordano e voce
e carne che si scuote sarà
sarà l'assenza che m'innamora
come m'innamorò
tristezza che non viene da sola
e non viene da ora
ma si nutre e si copre dei giorni
passati in malaora
quando è sprecata la vita
una volta
è sprecata in ogni dove

e sull'amore che sento soffia caldo un lamento
e viene dal buio e dal mar
e quant'è grande la notte e il pensiero tuo dentro
nascosto nel buio e nel mar
grido non più
immaginare ancor
quel che tanto è soltanto
vento e rimpianto di allora

il vento della sera sarà
che bagna e poi s'asciuga
e ancora musica e sorriso sarà
e cuore che non tace
la schiuma dei miei giorni sarà
che si gonfia e poi si spuma
sarà l'anima che torna
nella festa di una morna

Vinicio Capossela

13 commenti:

Fabio Paolo Costanza ha detto...

Johnny,ma come fai a svegliarti così presto?!Io sto per svenire,e voi?Questo è il tema del giorno:il risveglio.

Anonimo ha detto...

un risveglio molto strano, dovevo trovarmi in una tenda invece mi ritrovo in casa che 80 euro in meno???
....
...
,,
.
ora ricordo!!!
un pomeriggio devastante a venezia e un ritorno non previsto sbronzo perso..(in autostrada)
bella storia!
da20

Fabio Paolo Costanza ha detto...

bravo il da20!tra di noi c'è qualcuno che potrebbe raccontare di serate fra Desio e Seregno e risvegli a Lucca...

Anonimo ha detto...

Ricordo bene il risveglio a lucca: il tutto avvenne dopo una cena da Santino e l'idea iniziale fu quella della birra della staffa a seregno, io e pozzo ci ritrovammo a lucca completamente sbronzi.Quella fu una notte degna di essere vissuta.Quella fu una notte viniciana.Bacco maledetto quando pubblichi "sepolcri", la Brianza deve conoscerla!Mazzo

Fabio Paolo Costanza ha detto...

Caro Mazzo,questo blog di dedicherà un giusto tributo:"A week with Mazzotta",ovvero a te l'onore di comparire la prossima settimana per ben 3 volte,lunedì,mercoledì e venerdì."Sepolcri",versi immortali che ancora fanno tremare le vergini,chiuderà degnamente la settimana.Tu potrai ribattere alle molte lodi e rare critiche dall'Eterna,dopo aver passeggiato con i tuoi levrieri lungo il biondo Tevere...

Anonimo ha detto...

Mas veliarsi non e certo laparte più dufficile nel prepararti al meglio del peggio di la giornata.fuori mi pare che cè unsole chd non ha nulla da ividiare alla situazione di certe mattineche,tanto a non svegliarsi ti pare uguale o meglio che rimanere nel'angolo deel letto,che puzzi e ho la bocca inpastata e ora tanto ho capito che alla treza bottiglia di nero davola non potevo continuare se non era perle carte che avevo tra le mani,giurp sulla mia testa di cazzo...
Avete d'accendere porca troiaaq?
Gatto Catatrizio

Johnny Matrix Sbranza ha detto...

TEMA:COME MI CI SVEGLIO

Il risveglio mi sale dal culo
cosi' morbido ma poco
INDULGENTE
Da sempre ho maledetto lo
sprecare dei momenti
che l'ore passano avverse
Una spuma come prima solitudine
che non vuole neanche Alcol al
risveglio
Come sudici cammelli ci caricammo
le braghe di "putrido
rancore"
Basta che ti bagni
Basta che ti bagni
bissò il caro pesce d'acqua dolce
che motivandomi leggero
mi spiegò del momento
Il risveglio..glio..io io
con quell'eco che impazzisce
ed impaziente ci squarcia le guance
e perfettamente disillude
i nostri strampalati
.............
Sogni!

QUALE RISVEGLIo PREFERITE:

A-Balordo
B-Balbettante ed insicuro
C-Prediletto dalle madri(stomaco sconvolto)

un voto per la C

Johnny Pittoresco ha detto...

"Morna" Lisa....

Matteo ha detto...

Ma morna nel senso di "Morna Lisa"? e poi quale Morna Lisa, quella di Leonardo o quella della Grotta? Non capisco, non capisco veramente...
Ah i risvegli...di Lucca ricordo il sonno, le occhiaie, il freddo, il senso di colpa, il portafogli vuoto, mi mancava la mamma e mi scappava tremendamente la pipì. Il resto è cronaca (nera).

Matteo

Silver Pozzoli ha detto...

Johnny giuro che non avevo letto il tuo commento dele 14.56.

Comunque io preferisco il risveglio tra le uova: ovvero tra le escrescenze/escrementi che il corpo per vendetta ti spalma addosso dopo che lo hai trattato come uno straccio tutta la sera.
Lui si prede giustamente la sua vendetta meditata e io non posso far altro che obbedire (grande Garibaldi) e cagarmi indosso, masturbarmi gli occhi, tracannare litri di acqua gelida a stomaco vuoto, cosicchè il mio dolore aumenta e quello del mio corpo viene dolcemente addolcito dal sapore agrodolce della vendetta.
Il tutto in attesa che la gola dia il via libera per una sigaretta, che saggiamente si è messa da parte la sera prima di uscire.

Matteo

Fabio Paolo Costanza ha detto...

per ragioni non omosessuali conosco le uova di matteo pozzoli,e non le auguro nemmeno al mio peggior nemico.Dico solo che non appena Putin ne verrà a conoscenza,uomini del Kgb rapiranno matteo per portarlo in Cecenia,e tanti saluti pozzo.
Ma chissà quanto beve uno che si chiama pozzo...

berto ha detto...

deliri...

Anonimo ha detto...

a las vegas...