martedì 15 gennaio 2008

Poesia del giorno: Davide Canzi


Elogio al sindaco di una nuova città



Sempre al meglio,
provochi forti sensazioni,
in ogni verso,
resto immerso,
a lungo,
cogliendone il senso,
puro & profondo,
come le gocce d'inchiostro,
che lo compongono,
come il vento che stamane,
mi graffia il viso,
come un tanto aspettato sorriso,
continua cosi…
caro il mio sindaco,
Budapest è cresciuta,
e sarà presto,
una dolce dimora,
in cui noi anime perse,
ci ricongiungeremo,
con fili sognanti,
e dazi di emozioni,
vere e pure,,

come la neve,
che cade,
cade...
e non da pace
al cielo d'inverno,
coprendo il terreno,
nascondendo il rimorso,
e mostrandoci immacolati

7 commenti:

Fabio Paolo Costanza ha detto...

Grazie mille a Davide,sinceramente onorato.E' poi una dedica a noi tutti,buona giornata ragazzi.

John Sbranza ha detto...

Hai regalato emozioni, la tua umiltà è l'intelligenza del tuo straordinario cambiamento...

Anonimo ha detto...

concordo pienamente con sbranza

intelligenza e umiltà non spesso vanno a braccetto
sono felice d averti conosciuto fratello d poesia e ragazzo d rara umanità e d constatare, ad ogni lirica, i tuoi emozionanti progressi

Pornaghi

daventi ha detto...

grazie a tutti siete come dei fratelloni piu grandi che mi hanno aiutato a crescere e lo fanno tutt'ora...
un ringraziamento sentito
daved-

sfogliando tra il giornale on-line di monza guardate che ho trovato...

http://www.monzalacitta.it/culture/culture/davide-canzi-ovvero-la-semplicita-del-quotidiano.html

riguardandomi ho cpaito che ne devo fare ancora di strada eheheh

buona giornata a tutti

Fabio Paolo Costanza ha detto...

Bello il video Davide!

ale o ha detto...

davide rappresenta il verismo come avrebbe dovuto essere per etimologia e contenuti. Una persona prima che un poeta, splendia...

Il Mio Cizio Inutile ha detto...

Concordo sinceramente con chi ha precedentemente concordato... Un grandissimo abbraccio.