mercoledì 30 gennaio 2008

Poesia del giorno: Lorenzo Andrea Paolo Balducci


ora

ora le parole magiche nascoste dietro le pietre non funzionano più
e i vecchi stregoni possono tornare al circo
E gli urli, e i lividi alla fronte,
gli urli ragliati sbraitati
nelle nebbie ondeggianti delle abitudini
o dei vizi
Niente arriva a una risposta
machissenefotte
e si sprimacciano i cuscini e i pelouches
e si ride può darsi per sbaglio
Ma intanto non si è ancora morti,
si può continuare a barare

3 commenti:

Fabio Paolo Costanza ha detto...

11 e lode a questa poesia di Lorenzo.Mi accingo a dolcemente svenire.
'Notte e sogni d'oro.

J.Sbranza ha detto...

Versi molto sinuosi, Poesia di stile...Frasi molto significative...Complimenti...

Lois (per una volta Lorenzo) Balducci ha detto...

Grazie davvero