venerdì 12 ottobre 2007

Poesia del giorno: Alessio Caccavale


ATTIMO DI UN ATTIMO

Le stragi di un sabato sera
nel soffio delle ramblas seregnesi,
nello scoccare dell’una di notte,
bianca ma rossa d’emozione.
La piazzetta amante consueta
suona la stagione più bella,
ed isola che non c’è più,
stringe la gola,
affossata in un tempo senza fine.
Il mio insufficiente corpo
ghiacciato sulla spiaggia
ti sfiora le mani con i versi,
ed è scaldato dalle dita di seta,
intente a suonare la nostra melodia,
con te di nuovo timida e spogliata
sullo sgabello del piano amico.
Mi è rimasto qualche granello di sabbia
nelle unghie, un tempo graffianti.
Per un attimo di un attimo
siamo tornati insieme,
mi hai sistemato il bavero della giacca,
e baciato in do minore,
perché nessuno se ne accorgesse.
Un attimo di un attimo.

6 commenti:

Fabio Paolo Costanza ha detto...

A voi il grande Mobiliere Ale O.
Ricordo che settimana prossima il blog si dedicherà alla poesia antica(le settimane a tema saranno sempre più frequenti,chi ha idee o suggerimenti mi scriva).Buona giornata splendidi/e.
p.s.Che colore ha la felicità?

daventi ha detto...

bella! caro oste, come sempre ottimo.

la felicità ha il colore che meglio si addice nel momento che la si vive.
se pero bisognerebbe dare un colore sarei propenso a colori forti,
in questo istante medesimo dare il colore verde alla felicita' forse perche il verde è sinonimodi speranza (che essa arrivi) e domani magari mi innamorero profondamente di una donna e la mia preferenza passserebbe dal verde al rosso.
potremmo dare anche i colori dell'arcobaleno alla felicità ma ne resterebbero fuori molte sfumature importanti....

buona giornata a tutti

daventi ha detto...

ho letto la chicca dell'mp3
e mi viene da dire:

loooooreeeeeeenzooooo!

grande teatralità e ottima lettura (da un tono ancora piu forte alla gia bella poesia di bacco!)
w il capitano!

Canti Dai Mobilifici ha detto...

è vero,LorEEEEEnzo è stato bravissimo.Grande performer!

Peter Pan ha detto...

Bello questo blog!
Nonna Wendy è troppo fore e ogni tanto ci legge a tutti i bimbi le sue poesie erotiche dedicate a Capitan Uncino! Che storia!
Ciao raga, vado a farmi una volata a Londra.
Il vostro Peter

Anonimo ha detto...

lenti sfumate mi impediscono di vederla qst felicità...