lunedì 22 ottobre 2007

Poesia del giorno: Rosanna Palmieri


Notturno mare

L'acqua increspata dal vento
riluccica come pelle di pesce
coperta da squame

la luna fioca appare
su questo specchio insolito,
lucido del verde/blu della corazza di un calabrone

sulla sabbia danzano
in sincrono mille ombelloni bianchi
come opalescenti meduse aeree,

io scalza nella penombra
seguo le tracce umide dei gabbiani
sulla battigia fino a incontrare l'onda.

14 commenti:

Fabio Paolo Costanza ha detto...

Benvenuta a "Budapest" Rosanna,dalla bellissima Napoli.Adoro i versi scritti dalle donne,creature strane e meravigliose."Senza" sarei già morto,"con" posso dirmi vivo.
Che colore hanno le donne che avete amato?Perchè?E gli uomini amati?
Questo il tema della settimana.
Amore,assenza,presenza,pienezza e vuoti.
Sogni d'oro a tutti,godetevi quel che vi ha tolto il giorno.

J.Sbranza ha detto...

Questa poesia ha un'andatura molto piacevole!
E' come essere un ciclista in forma al giro d'italia...
Quello che però nn mi piace sono queste metafore fortemente spinte ed accentuate continuamente(chiaramente opinione personale).

..."sulla battigia fino ad incontrare l'onda" è come l'espressione d'un sentimento, ci ritrovo tutta la tranquillità dell'esasperata voglia di "Toccare con mano"...

Probabilmente il senso nn è questo ma la mia personale opinione sulle poesie è che ognuno ritrovi un pò di se stesso in ogni cosa che legge, allora quella sarà una bella poesia dove il sentimento nn manca!

Benvenuta a Budapest!

J.Sbranza ha detto...

LE MIE DONNE
(Cose che dimentico)


Le donne che ho amato sono state tutte quelle che ho incontrato,

altrettante quelle che ho odiato ed i loro disturbi di indecenza

fallita ripercossi sul mio corpo come sadici divari tra quello che io posso conoscere e la loro ignoranza divina...

Per questo penso che le mie "donne" siano stupide e banali che nn valgono il prezzo del biglietto
che non fanno bene all'amore
che non predicano mai senza (fartelo pesare)
che non conoscono davvero

al contrario di me
il peso dell'amore

J.Sbranza

Ciuffo Ribbelle ha detto...

Pienamente d'accordo con Johnny per quanto riguarda l'impatto iniziale di questa poesia...molto scorrevole, forse troppo ricercata a livello metaforico, ma con la sensazione finale di una voglia di vivere nuova.
In realtà SE NON E' MALEDETTA NON E' POESIA (ma questo è un parere personalissimo), ma non si può dire che questa, sebbene trasmetta sensazioni piacevoli, non sia una poesia.
Abuso del termine e voglia di farmi una doccia.

Le donne non hanno colore originale, le donne divengono femmine grazie ai colori che indossano, al trucco che si mettono.
L'unica cosa davvero naturale che rende unica ogni donna è il suo profumo, quello della pelle più profonda, dei capelli, del sudore.
C'è qualcosa di floreale adesso, proprio sotto il mio naso.
Amore: assenza presenza pienezza e vuoti. Tutto quanto!

I`m Lois the sailor man ha detto...

Dall`aereoporto di gibilterra, connessione a minutaggio al bar
Ho appena salutato mio fratello, salito sull`aereo salutando manco fosse casablanca
Alle donne adesso proprio non ci voglio pensare, se non a Beth, splendida quinquenne dai capelli rossi e il cappellino da fata quando e` halloween, ma vi faro` sapere, credo, spero, OPINO!
Voglio notizie di giovedi` e sabato, e se qualcuno mi dicesse anche (via messaggio) se mercole saremo la sera o il pomeriggio beh, quel qualcuno mi farebbe un gran piacere
A questo punto dall`aereoporto posso prendere il pullman per sanbabila, it`s not a problem
Whethever
God save the queen
May gibraltar stay british
Long live the monkeys
Someone please BOMB Morocco (Tatouam souk at aleast)
And fuck all

Canti Dai Mobilifici ha detto...

LorEnzo,buon ritorno,ti stiamo aspettando.Giovedì e sabato è andata maravigliosamente e mercoledì @ Coquetel si inizia alle 7-7 e mezza per grande aperitivo(Ceres da 66cl, 2 euro)e spettacolo dei Mobilieri,con te al completo.Fai il bravo bambino e spargi il verbo dei Mobilieri in terra ispanica.

J.Sbranza ha detto...

Zona colonne di S. LOREEEENZOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Tremate!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Il Mio Cizio Inutile ha detto...

Sotto gli occhiali ho un naso, sotto il naso ho una bocca. Tre cose non troppo utili ora.

Anonimo ha detto...

adoro il mare,le poesie che parlano di mare(e questa mi piace molto,brava Rosanna!) e penso infine che il colore delle donne,per tornare all'argomento iniziale,sia proprio quello del mare(quando non splende il sole ed è tra il grigio e l'azzurro)

ALE O? ha detto...

finalmente una compaesana.Cara Rossana brava,spero presto saremo anche nelle terre napoletane con il nostro spettacolo,anzi se sai di locali interessati diccelo pure. Spero tu l'onda l'abbia toccata davvero, io ci ho provato,pareva mansueta e invece mi ha travolto.Non conoscevo bene il mare evidentemente. Tante volte c'è una ricerca metaforica estenuante,ritengo anche io che dai il meglio nei versi più sanguigni.Ma io sono un viscerale.

Fratellone Fabio la risposta alla tua domanda è troppo facile oggi per me:un solo amore, un solo colore il BIANCO.

daventi ha detto...

il colore della donna che ho amato più di tutte sfiora tutte le sfumature del rosso e si assapora di qualunque altro colore caldo per sfociare nel bianco luccicante di una stella nella notte...
l'amore non ha un solo colore,
ma ha avarie sfaccettature
e ti brucia l'animo
o per passione o per rammarico...

bella poesia complimenti!

Fabio Paolo Costanza ha detto...

interessante la scelta o il ritorno del bianco quando si parla d'amore.Bianco come cosa?Purezza?
Cos'è per voi la purezza?Continuamo così,a parlare di purezza,assenza,sporcizia,essenza,amore e demenza:tutto ciò che di pazzesco,nel bene e nel male,avete provato.

Il Mio Cizio Inutile ha detto...

Bianco sono io, Fabio Bianco, che più Bianco non si può!!!!

daventi ha detto...

il bianco e come mi sento io adesso un bianco sporco, un colroe non acceso, non forte, non brillante, non caldo, non freddo, mi sento neutro e mi perso nel denso liquido bianco che lambisce la mia mente..
voglio un po di colore cazzo.