lunedì 16 luglio 2007

Poesia del giorno: da "Budapest"


L'anello

Abbiamo tutti la notte negli occhi,
ci fa male dappertutto,
perché alziamo la testa e in alto brilla solo
l’Assenza.
Affoghiamo dispiaceri conditi da speranze,
già in lacrime senza neppure un gemito.
Il silenzio dei falliti, delle cose care abbandonate
suonerà il trionfo
della Pace che ho perduto,
senza neanche averla mai vista un pochino
in faccia.
Fammela almeno sfiorare,
tu che la porti così bene al dito,
e poi vattene,
scappa via subito prima che
vicino a me muoia,
che vicino a te
pianga il mio destino
avvelenato.
Non sono capace d’amare,
io.
Non me l’hanno insegnato,
me l’hanno tolto.
E’ bastato una volta.

14 commenti:

Fabio Paolo Costanza ha detto...

ho mal di capo,and you?

Anonimo ha detto...

grande capitam bacco!

ieri giornat spettacolare...
oggi mis embre di volare
senza staccare i piedi da terra
solo con la mente
in questa cauta stagione
mi trovo su marte ed osservo
osservo da quassù
e vedo la bellezza del pianeta blu
e poi mi rivolgo a lui
il pianeta dell'amore,
venere, con il suo colore
rosso fuoco,
passionale
ma se mi ci soffermo a lungo
sto male...
serata danzante
tra ancgeli dai capelli rossi
e fiori sbocciati sui cofani delle macchine
sdriaiti cosi osserviamo le stelle
adorando le piu belle,
la mia lo scelta
e miha appena sfiorato nel suo cadermi a lato.
un lunediche sorridente
oggi
ma non ancora per sempre

da20-

p.s. fanatstica costinata elogio al grande Nello
e a tutti i partecipanti...
fighissima complimenti mi è spiaciuto eprdermi il resto.

Johnny e il suo peschereccio(in alto mare blu) ha detto...

Si....!
Basta sempre e Solo una volta!
Le esperienza si immagazzinano anche in una sola volta, quando ti sei sentito male è bastata anche solo quella volta per fartelo conoscere,se ti sporchi di guai è bastato anche solo quella volta a farteli pesare,....la vita e la morte sono solo una volta!
"poi vattene"che di pensieri ce ne per te solo una volta!!!
Il giusto prezzo si paga solo una volta,tutto il resto è Noia!(Califano)
...........
L'anello è una poetria(poesia)molto molto attuale come contesto di immaginazione...Mi lascia molto turbato interiormente per motivazioni incomunicabili alle verità che conosco...Molto bella,senza quella cattiveria "solita"(tra virgolette)
degli sguardi all'abisso.
Una specie di Mantra liberatorio
Corazza leggera
Introspezione ben immaginata
Caffè corretto Fernet con cubetto di ghiaccio...
Spiaggia pubblica non affollata!
Immaginazione alla Dylan Thomas!

Delirium ha detto...

Bella Bacco!

Anonimo ha detto...

basta sempre una volta sola, chi viene dopopagherà il dazio di colpe non proprie.

Ale O

Anonimo ha detto...

D'accordissimo.
Alcolandia.

Sbranza XIX ha detto...

Nuovità assoluta!

Guida Gambero Rozzo propone:

Seregno Pizzaesport di Franco

via stefano da seregno

Se vai dopo le due e lui sta mangiando o per mangiare Tu ti fai la pizza,il calzone,il panfocaccia o fritti di mare primi/secondi
e se vuoi mangi pure con lui che ti offre del vino,e siccome non ce ne aveva voglia di farti qualcosa;l'hai fatta tu e non la paghi neanche!

Euro: 0,00

Fabio Paolo Costanza ha detto...

Orrimo Franco,pizza squisita!
Io continuo ad avere mal di capo,odio gli insetti,ci vedo poco,sto diventando cieco,mi sento i polmoni arrabbiati,il fegato timido.Tutto bellissimo ieri.
"L'Indiscreto":Silver Pozzoli marina il lavoro dopo la 250°birra bevuta a partire dalla sera precedente.
Dopo il tramonto ricordo poco.

Silver Pozzoli ha detto...

Bella poesia.
Di ieri sera ricordo di aver delirato per 4 ore a caso senza senso, facendo pipì ovunque e ballando sclazo col tamburello in mano.
Non mi assumo alcuna responsabilità.
Mi sono svegliato con la testa piena di erba (X la Digos: intendo quella dei prati, mi sono rotolato, ndr...)

ciz-io?dramma ha detto...

Troppo facile così,adesso vado a farmi la pennica,troppo facile così,non fumo,bevo con senso di responsabilità,non mi fanno fare sesso,non mi faccio fare sesso,troppo facile così,tutto splendido,risate sincere,peperoni e melanzane nel panino,Lemonsoda nei pochi capelli,troppo facile così cazzo,bellissimo,adesso mi sdraio sul letto,scappo dalle feste,le zanzare non son più quelle di una volta,troppo facile così,mi innamoro sempre e comunque e sempre e comunque rido,troppo facile così cazzo,facile,intanto fa caldo e non è più una Domenica nel prato con gli amici,cazzo,ma è facile,troppo facile così...Mi fotto da solo,chi si accontenta gode,ma è troppo facile così!
N.B.
Questa,chiaramente,non è una poesia,fortunatamente,no,troppo facile così,questo è il mio DELIRIO REALE di oggi e non sarei manco capace di ingollare trecento grammi di psicofarmaci,sarebbe troppo facile e non prendo medicinali,non faccio sesso facile,troppo facile,sono incazzatissimo.
P.S.
Non riesco a vivere senza il mio plaid leopardato.
Saluti.

Fabio Paolo Costanza ha detto...

invece Cizio come poesia non sarebbe affatto male...

SPAZIO SOAP:"Ma,secondo voi,Massimo Draghi è morto davvero?".

L'INDISCRETO:E' in corso un aperitivo in casa Simone dalle proporzioni abnormi,ci sono ricascato,BAM!Se cercate dei poeti,laggiù li troverete,ariBAM!

invece cizio ha detto...

Grazie carissimo Bacco ma non mi permetterei mai,certe cose le dovrebbero fare solo quelli in grado di farle e non per caso sono un visitatore assiduo di questo Blog e dei peggiori Bar di Caracas,posti dove l'ottima poesia abbonda.
Mit Liebe.

Anonimo ha detto...

ma chi è sto massimo?
da20

akkerlberry cri ha detto...

Presentamelo??
Quei maledetti finti-sprizzzzzzzz mi hanno ucciso...ho dovuto fare il facchino per mezz'ora in condizioni non esattamente ottimali,troppo difficile così. Ed ho concluso tutto con una birra,perchè ovviamente avevo sete,troppo difficile così.

Cizio se non sei il migliore,quantomeno sei uno dei 4-5 migliori!i tuoi deliri sono perfetti come i tuoi boxer orrendi e il tuo plaid leopardato!!
Ti voglio in ogni festa,anche quella della repubblica.