giovedì 27 settembre 2007

Poesia del giorno: Alvaro de Campos


Ricominciare da zero,
ogni mattina
ed ogni sera
tornare a esser zero.
Vivere sotto la luce
di pallidi,
pavidi soli,
riposare sotto lo sguardo
di insolenti lune carnevalesche.
Inebriarsi
di strani intrugli,
veleni elaborati,
per vedere oltre,
ma una volta tornato
non aver null'altro da raccontare,
se non l'infinita,
disarmante
piccolezza dell'uomo.

3 commenti:

Fabio Paolo Costanza ha detto...

A voi il nostro grande Alvaro.Il tema continua ad essere "Malinconia/degenerazione".
Si aprano i cancelli ai filosofi.

Quinto Mondo ha detto...

molto bello il finale,bravo Alvaro.

daventi ha detto...

bella poesia, me gusta...

adatta anche la tema malinconia/degenerazione, due amanti che si ruotano attorno unendosi l'uno all'altro.
non c'è malinconia affermata che non sfoci nella degerazione..
due amanti indivisibili.
troppo spesso degenero mentre viaggio tra i ricordi, malinconicamente solo nella mia camera... mentre nella testa nulla di positivo... solo negativita'!!!
la malinconia uccide l'anima, usando il degenero più acuto!