lunedì 17 settembre 2007

Poesia del giorno: John Sbranza


Ti-'immagini

Sono maturato MARCIO!
Ed è una colpa che mi stringe il cuore
come una carezza all'ombra di una sera
qualunque,ma indescrivibile...
Ardente,soffia leggero
il mio bacio
fra i poveri di mente
Che si scontrano a schiaffi di
malattie
nell'apparente amarezza che nasce
Dentro
e...dentro muore
che poi non se ne può più
Vita mia.

10 commenti:

Fabio Paolo Costanza ha detto...

Una delle poesie più belle di John Sbranza,a voi.

Anonimo ha detto...

e vai johnny!!!!

Anonimo ha detto...

Davvero bella ,complimenti...

Anonimo ha detto...

JOhnny sei il capo!...poeta maledetto vero.
Ti vogliamo bene
Baud

Fabio Paolo Costanza ha detto...

Consiglio musicale del dì:andate su www.myspace.com/cristinadona ed ascoltatevi "Universo",ne vale la pena.E' poi in fase di elaborazione continua il nuovo sito dei Mobilieri,trovate il link al solito posto,che Dio ci benedica.
p.s.Ragazzi,so che non è obbligatorio,ma almeno con un nome d'arte,firmatevi,è più carino.

"..ho tra le mani una fata che solo un idiota può perdere..."-aiutatemi,continuo a canticchiare Baud ha detto...

Dopo due giorni il blog a ripreso a vivere. Penso mancassero le forze un pò a tutti. Io ieri ho pensato di adottare la cura del Dott.Mazzotta, 5 o 6 Aulin e tanto tanto divano. Mi sono limitato alla seconda parte,ma solo perchè non ce l'avrei mai fatta a raggiungere la scatola dei medicinali.

Per chiunque volesse venire a trovare me o fratello-sicario-becchino-punta di diamante del tamburo e dell'agenzia Oste-Bodlèr, viviamo in una bellissima bifamiliare Hiunday Accent rosa salmone,doppi servizi,doppi giochi,vista mare. Zona servitissima,poichè ad un paio di metri dalla posta e dal cimitero di Desio,utilissimi per raccimolare danaro(basta una pistola) e per una pronta sepoltura.
Siamo al numero civico 33,suonate Carlucci-Grasso,dirige Vince Tempera...questa volta però secondo è Giovanni Paolo,che però,come recitano i muri della statale,non è secondo proprio a nessuno.

P.S. La poesia di John è veramente molto bella...però attendo ancora le birre che doveva portarci venerdì sera.

CRI?...IO???....NOOOOOOOOOO

Il Mio Cizio Inutile ha detto...

Ho più nomi che parole...

ALE O? ha detto...

Non riesco a estraopolare una frase da questa poesia,è troppo un nodo,ed io ultimamente sono abituato agli strappi.maledetta la puttana nel cortile,w gli autogrill.

s ha detto...

cerco di figurarmi L'APPARENZA dell'amarezza. purtroppo, non mi riesce.

Anonimo ha detto...

devo mettere atto al suicidio sensoriale prima che la tastiera vada in corto circuito per la mia commozione......