martedì 12 febbraio 2008

Poesia del giorno: Federica Gemma


Cosa sto aspettando
- E' tutto Maledetto sino al confine
Nascosta
sotto un'antica ombra
quella minutissima girandola
di dispiacere danzante
ruota di ritmo secolare
Respirare sorridendo
il giorno libero
Annaspare dentro l'occhiata
del Passante incandescente.
Dolore. Preoccupazione cocente
& seria
per la cosa che scorderemo
L' Attimo Dopo
Ma se la legge è legge
leggeremo più oppure meno leggermente
sopra l'Infinito?
Siamo nel film della Storia
carta carnale
lupi nati senza voce e corpi celesti
Pallidi Morenti
in una notte rinchiusa da sempre
Saggi repressi,
fiori di loto inscatolati.
Prima della fine
voglio raggiungere
la collina dello Splendore
a Oriente - Verde smeraldo
e parlare - Quiete
di me a me stesso

9 commenti:

Fabio Paolo Costanza ha detto...

Quando la poesia aspira a Verità,
e ci va molto, ma molto vicino.
(secondo me)
Complimenti e benvenuta Federica.
Versi che toccano i nervi alla Vita.

Fabio Paolo Costanza ha detto...

Quando la poesia aspira a Verità,
e ci va molto, ma molto vicino.
(secondo me)
Complimenti e benvenuta Federica.
Versi che toccano i nervi alla Vita.

ormai - da25 ha detto...

molto bella...
mi piace l'idea dei fiori di loto inscatolati...

oggi mi sento più vecchio ma non per questo piu saggio, le due cose non sonon necessariamente unite, la saggezza non cresce in un giorno ce ne vorranno tanti altri....

un salutone a budapest

Fabio Paolo Costanza ha detto...

Auguroni Mr Da25!

J.Sbranza ha detto...

Bella poesia Federica...Tante "immagini narranti" che create si ritorcono su se stesse e sulle loro visioni...Molto scorrevole data la bella scrittura e belle immagini come "impressione di sottofondo"...

Fede ha detto...

Grazie a tutti per i complimenti.
Rispondo a F.Paolo Costanza: penso che la Poesia aspiri sempre e comunque alla Verità,che sì,sarà una verità soggettiva e personale,perchè ognuno "sente" il mondo in modo differente da tutti gli altri,ma non per questo perde il suo valore,anzi al contrario produce quella varietà di intenti che rendono sorprendente la vita.
Credo inoltre che la Verità in sè sia importante ma mai quanto la Ricerca di essa.Insomma,è' quella che porta i poeti a comporre,e gli artisti,in generale,a Creare.

Anonimo ha detto...

Molto bella,
complimenti.

alessio caccavale 'oste' ha detto...

c'è un che di pervadente e di cittadino mentre si va al mercato in questi versi. E a me il mercato piace.
Brava federica
AUGURI DAV.

Fede ha detto...

Grazie alessio... bel commento